MLB 2021: Si inizierà in tempo?

Opening Day, l’inizio ufficiale della Major League Baseball, dovrebbe essere giovedì primo aprile. Ma, con la pandemia ancora in corso e le ostilità sempre maggiori tra proprietari e giocatori, questa data appare quanto mai in dubbio.

Purtroppo, però, la preoccupazione principale, nonostante le dichiarazioni di facciata, non è la pandemia. È essenzialmente una questione di denaro. Per farla molto breve: la lega vuole che la stagione parta in ritardo, in modo da poter giocare quante più partite possibili di fronte al pubblico. Come si è capito lo scorso anno, i giocatori non sono disposti a compensare con una riduzione del loro stipendio le mancate entrate dei proprietari derivanti dalla mancanza dei soldi dei biglietti. Per le società, l’unica possibilità di massimizzare i guadagni è quella di sperare che la gente possa tornare allo stadio quanto prima.

A questo scopo, lo scorso primo febbraio la MLB ha proposto all’associazione giocatori un mutamento del calendario, con inizio della regular season un mese più tardi e un totale di 154 partite invece di 162 (ma i giocatori riceverebbero il salario anche per gli otto scontri mancanti). Ma, al suo interno, questa proposta conteneva anche la conferma, rispetto all’anno scorso, dei playoff allargati a 14 squadre. Ed è proprio quest’ultima previsione che i giocatori si sono rifiutati di accettare: gli atleti non ricevono, infatti, alcuna parte del compenso per la cessione dei diritti televisivi dei playoff (hanno, invece, diritto solo a una percentuale sulla vendita dei biglietti), e quindi non avrebbero nulla da guadagnarci. Non solo. Secondo la MLBPA, acconsentire ai playoff allargati produrrebbe anche un danno a lungo termine: più squadre in postseason vuol dire che si arriva a Ottobre con una formazione di minore qualità, il che a sua volta significa che i proprietari saranno meno incentivati a dare contratti più lucrativi ai giocatori migliori. Infine, i playoff allargati potrebbero essere utilizzati come pedina di scambio nella negoziazione del prossimo contratto collettivo, alla fine di quest’anno: difficilmente la Players Association sarebbe disposta a rinunciarci così facilmente.

La risposta dei giocatori è stata un semplice rifiuto, senza controproposta: «Ci prepariamo per l’inizio di Spring Training, secondo le normali tempistiche». La MLB ha dunque emanato un comunicato stampa nel quale si è lamentata del comportamento della controparte, affermando che i giocatori avessero rifiutato una proposta fatta solo per assicurare la sicurezza di tutti: iniziare un mese dopo consentirebbe ai protagonisti di effettuare le vaccinazioni anti-covid. Ma, se così realmente fosse, la MLB avrebbe offerto semplicemente le 154 partite e l’Opening Day a maggio, senza cercare di inserire surrettiziamente nell’accordo anche i playoff allargati. Viene da pensare che si tratti solo di una tattica di negoziazione dei proprietari, che cercano vantaggi contrattuali molto più di benefici in termini di salute dello staff.

E, adesso, sembra essersi messa di mezzo anche l’amministrazione Biden che, secondo un report di The Athletic, avrebbe chiamato MLB e MLBPA per assecondare la posizione della lega sull’inizio della stagione, dicendo che, con l’approvazione del vaccino di Johnson&Johnson a breve, la vaccinazione dei giocatori sarebbe alla portata se si iniziasse a giocare a maggio. La MLBPA, però, non ha partecipato alla chiamata, temendo che sarebbe stata condizionata a cedere alle richieste della controparte anche con riferimento ai playoff allargati.

Insomma, la situazione è ancora molto fluida. Per il momento, sembra che gli allenamenti primaverili possano iniziare in tempo, tra meno di 15 giorni. Ma tutto potrebbe cambiare da un momento all’altro.

Published by pierluigimandoi

No matter how good you are, you're going to lose one-third of your games. No matter how bad you are you're going to win one-third of your games. It's the other third that makes the difference. (Tommy Lasorda)

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: